MODEL UNITED NATIONS (MUN): LICEALI ALLE NAZIONI UNITE

onuProgetto Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite

Progetto FermiMun

Referenti: prof.ssa Viviana Menoni, Prof.ssa Giovanna Mambrioni

Il Liceo Scientifico G.Marconi incoraggia la partecipazione ai Model United Nations (MUN) che consistono in simulazioni dei lavori dei delegati ONU al Palazzo di Vetro con l’obiettivo di diffondere e migliorare la comprensione dei processi diplomatici delle Nazioni Unite. Con i MUN si intende educare alla cittadinanza attiva attraverso esperienze formative che enfatizzano la collaborazione e la risoluzione cooperativa dei conflitti; i MUN potenziano inoltre la capacità di affrontare le questioni più dibattute e controverse a livello internazionale, fornendo  agli studenti competenze e strumenti idonei.

PROGETTO STUDENTI AMBASCIATORI ALLE NAZIONI UNITE 

In convenzione con Italian Diplomatic Academy, il Liceo è scuola capofila di una rete di istituti che partecipano al progetto Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite. Il progetto è articolato in varie fasi: un test di ammissione in lingua inglese, un corso di formazione in aula di 50 ore su argomenti quali il diritto e gli organismi internazionali, il funzionamento delle Nazioni Unite, le regole di procedura da adottare nelle sessioni di lavoro, l’etica delle relazioni internazionali, la geopolitica, la storia contemporanea.  Ogni futuro ambasciatore, dopo aver redatto il proprio position paper, prende parte ad una prima simulazione a Verona, una sorta di prova generale che precede la seconda simulazione di New York, conclusiva del progetto.  Dall' 1 al 9 marzo 2016, migliaia di delegati provenienti da tutto il mondo si sono recati a New York per discutere le attuali problematiche globali. Il liceo ha partecipato con un gruppo composto da sette giovani ambasciatori: Federico Borrini (4C), Sesilia Di Leva (5Q), Luce Gatteschi (5N), Fanny Malmendier (4M), Celeste Montanari (4O), Riccardo Musio (4E) e Anna Pellegrini (5S) che hanno lavorato in varie commissioni, rappresentando le nazioni della Guiana e del Brunei. Le giornate di lavoro alle Nazioni Unite sono risultate di grande impegno ed interesse per tutti i partecipanti. Al loro ritorno a scuola, essi sono stati impegnati in un percorso di peer education per trasmettere le conoscenze acquisite ad un gruppo di alunni composto da Veronica Belli, Alessio Bonatesta, Alessandra Ferretti, Francesco Zanni (3T) e Tommaso Carta (3S), invitati al Fermimun di Nuoro. 

PROGETTO FERMIMUN

Il Fermimun è una simulazione dei lavori diplomatici delle Nazioni Unite organizzata dal Liceo Scientifico Fermi di Nuoro, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Nuoro. 

L’ edizione 2015 ha visto impegnate 60 delegazioni formate da ragazzi provenienti dall’Italia e dall’Europa per dibattere su temi di grande attualità.
Nel 2016, il FermiMun si svolge nei giorni dal 13 al 15 aprile; i temi in agenda  riguardano lo sfruttamento di popolazioni e risorse da parte di gruppi terroristici e il diritto all’istruzione dei bambini che vivono nelle zone di guerra.

Le nazioni rappresentate dalle delegazioni del Liceo Marconi sono Australia e Olanda.La delegazione di studenti del Liceo Marconi all'Onu

ANNO 2017: LA DELEGAZIONE DI STUDENTI DEL LICEO MARCONI ALL'ONU

Le immagini mostrano gli studenti del Liceo Marconi che partecipano alla fase conclusiva del Progetto Studenti ambasciatori alle Nazioni Unite, che si  svolge a New York in questi giorni. A causa della nevicata gli studenti hanno finora lavorato all'interno dei loro alberghi. Sabato 18 si svolgerà la sessione conclusiva al Palazzo di Vetro.

Docenti responsabili Proff. Viviana Menoni e M.Giovanna Mambrioni Liceo Marconi, scuola capofila per la città di Parma; docente accompagnatore prof. Loredana Kauber.

gruppo 03gruppo 01gruppo 02
 

ARTICOLI DI GIORNALE

articolo1 th
Cliccare sulle immagini per leggere l'articolo di giornale corrispondente

articolo2 th

IMMAGINI

studenti del liceo Marconi

 

Gli Studenti Ambasciatori a New York (2016)

 

studenti2

Il gruppo degli studenti impegnati nei progetti ONU all’incontro con il Preside e le referenti del progetto